100 anni di Edgar Morin: anche l’Ateneo di Parma gli rende omaggio

Nel libro “Cento Edgar Morin. 100 firme italiane per i 100 anni dell’umanista planetario” i contributi di Michele Guerra, docente del Dipartimento DUSIC, e di Sergio Manghi, già ordinario di Sociologia dei processi culturali e comunicativi.

 

Il prossimo 8 luglio Edgar Morin, sociologo e filosofo, intellettuale di fama mondiale, Direttore di ricerca emerito al CNRS-Centre National de la Recherche Scientifique, autore di opere tradotte in 27 lingue diverse in 42 paesi, festeggerà il secolo di vita. Un evento che 100 voci italiane si uniscono a celebrare nel volume Cento Edgar Morin. 100 firme italiane per i 100 anni dell’umanista planetario (Mimesis, pp. 444), in vendita da pochi giorni.

Il CIRS-Centro Interdipartimentale di Ricerca Sociale dell’Università di Parma partecipa a questo omaggio corale attraverso l’impegno di Sergio Manghi, già professore ordinario nel nostro Ateneo di Sociologia dei processi culturali e comunicativi, componente del CIRS e suo primo Direttore. Manghi ha collaborato al volume non soltanto come autore di uno dei 100 contributi ma anche come curatore della prima bibliografia italiana completa dei testi di Morin (composta da 107 titoli) che chiude il volume. Ancor prima Manghi è stato parte attiva del comitato promotore che ha concepito e realizzato il volume.

L’Università di Parma concorre al volume Cento Edgar Morin anche con un intervento di Michele Guerra, docente del Dipartimento di Discipline Umanistiche, Sociali e delle Imprese Culturali, sul valore pionieristico e fondativo degli “storici” studi moriniani sul cinema, pubblicati negli anni Cinquanta, tuttora riferimento imprescindibile nel vasto ambito dei media studies. E merita citare anche il nome di Marco Ingrosso, a lungo nei ruoli del nostro Ateneo, che al volume contribuisce ricordando il corso tenuto a Parma da Morin nel 1988.

Non va dimenticato che Edgar Morin è stato docente nel nostro Ateneo, dove nel 1988 ha tenuto un corso di Sociologia della conoscenza, su invito del Direttore dell’allora Istituto di Sociologia, Angelo Scivoletto. Un’esperienza che Morin non manca di annoverare tra i suoi ricordi, nel suo recente I ricordi mi vengono incontro (Raffaello Cortina, 2020).

 

Scheda bio-bibliografica di Edgar Morin (a cura di Sergio Manghi)